lunedì 11 giugno 2012

Ville Sbertoli - Ex Manicomio di Pistoia

Ville Sbertoli - Ex Manicomio di Pistoia


A metà dell'Ottocento era solo una grande villa, con un grande e bellissimo parco su di un'altura che guarda Pistoia. Era la grande e bellissima villa del Sig. Sbertoli, un uomo molto ricco che aveva un figlio matto che per tutta la vita aveva cercato di curare. In punto di morte, decise di devolvere tutti i suoi possedimenti ad un'opera pia che assistesse i malati di mente, persino la villa che aveva abitato per tutta una vita, cosicché suo figlio, benché recluso, si potesse sentire a casa. L'atmosfera è surreale per i tanti edifici così diversi fra loro e sorti in epoche diverse per esigenze di espansione.. ma La Villa è maestosa. Ha ancora l'altezzosità di nobile dimora, con tutti i suoi affreschi "vivi" su ogni muro e su ogni volta del soffitto. Ha ancora gli immancabili segni di una recente attività manicomiale e di segregazione con tutte le sue sbarre alle finestre, le sue porte massicce a chiudere le celle di contenzione.. (Tratto dal sito www.piccolapenna.it).

Ho letto personalmente che la struttura è dismessa dal 1990 e che, pur presentando segni di cedimenti strutturali, qua e là, è ancora messa discretamente bene. I piani alti sono ancora raggiungibili e i corrimano sono fissati saldamente a terra, garantendo quindi una visita al di fuori del "pericoloso".
Le Ville Sbertoli (ville, perchè si parla di varie strutture abitative nel comprensorio del parco), raccolgono ancora mobili e decorazioni (si parla anche di un pianoforte antichissimo, lasciato alla distruzione, ma ancora utilizzabile), e la struttura è visitabile senza nessun bisogno di permesso. La proprietà non è privata, pur essendo ormai lasciata al comune di Pistoia, che è stato costretto a lasciarla all'abbandono per via degli altissimi costi di restauro. Nessun acquirente è stato trovato dal 1990 ad oggi e strani voci circolano sulle stanze del manicomio, una tra tutte, quella del figlio del proprietario. Si dice che spesso si senta ancora il pianoforte suonare durante le ore del giorno e lamenti e pianti che squarciano la notte, provenienti dalle celle di isolamento. Personalmente credo che, come spesso capita, le leggende siano più forti della verità assoluta e come minimo nessuna presenza o energia ultraterrena sia presente nella villa. Ne deduco però che la struttura (vista in molte fotografie, anche di pochi mesi fa), sia in uno stato conservativo migliore rispetto al Manicomio di Volterra e che forse una visita non farebbe male a nessuno. 
Teniamola quindi come punto di riferimento per la prossima uscita del T.P.R. e se qualcuno fosse interessato è pregato di contattarci presso toscanaparanormale@gmail.com oppure tramite un commento lasciato direttamente sul Blog.

Per adesso passo e chiudo.

17 commenti:

  1. Buonasera, sono entrata per la prima volta nel vostro blog. Io abito in provincia di Pistoia, ma le ville le conoscevo solo di nome, non sapevo cosa fossero esattamente, nè che in passato fossero state adibite a manicomio e il resto. Non ho mai partecipato ad una perlustrazione di presunti luoghi infestati, non possiedo strumenti per rilevare rumori e presenze paranormali, ma l'argomento mi interessa e mi incuriosisce. Vedo che l'articolo risale al giugno scorso, vorrei sapere se avete già effettuato una visita alla villa, se non è così mi piacerebbe unirmi a voi, se possibile.

    RispondiElimina
  2. salve noi siamo dei ghost hunters pistoia ci piacerebbe andare una notte nella villa .. co aiuto di un altro squadra dell'isola d'elba

    RispondiElimina
  3. Mi dispiace contraddirvi...scrivo dall'Elba, e faccio parte del XBI Paranormal Investigations, ma...vedete, sbagliate alla grande quando dite che il luogo è visitabile senza nessun permesso...seppur abbandonato, ogni luogo ha un proprietario, in questo caso credo sia il comune di Pistoia, e introdursi in tale luogo senza una autorizzazione scritta comporta la violazione di domicilio e violazione di proprietà privata, fate attenzione...il mio gruppo, ogni volta che vuole recarsi in qualche luogo per un indagine fa sempre richiesta di autorizzazioni, altrimenti niente indagine...

    RispondiElimina
  4. Mi dispiace contraddirvi a mia volta, ma nessuno ha scritto che saremmo entrati senza permesso. Il Manicomio adesso è di proprietà dell'ASL di Pistoia alla quale ho già scritto e con cui sono in contatto da diverso tempo. La problematica fondamentale non è avere il permesso dei proprietari(che in pratica abbiamo già) ma riuscire ad avere l'autorizzazione Municipale per via della pericolosità e la mancata messa in sicurezza della struttura. A differenza del Ferri di Volterra. Saluti
    TPR

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera, mi viene da sorridere..... Alle ville Sbertoli ed a Villa Serena ho svolto i miei tre anni di scienze infermieristiche (laurea triennale), tra affreschi da restaurare, finestroni con le sbarre, atmosfere da paranormale per davvero... Specie d'inverno!! Non parlo del medioevo, ma del 2005 :) Se fate qualcosa fatemi sapere, Sono curiosissima di sapere cosa celano quei muri e quei villoni abbandonati ma pieni di tante cose da scoprire!!!

      Elimina
    2. buona sera , sono cresciuta nell'ambiente e vi assicuro che a me viene da PIANGERE a vedere tutto ciò ridotto così................... Abito vicino ed ogni tanto vado a farci un giro attorno alle ville in auto CHE PECCATTO E QUANTI BEI RICORDI.

      Elimina
  5. Qualcuno sa se è ancora accessibile? Si entra ancora dal retro?

    Qual'è il numero della ASL da contattare?
    Qualcuno infine è riuscito ad ottenere il permesso?

    Grazie mille.

    RispondiElimina
  6. Anche io sarei interessato a richiedere i permessi per entrare nella Villa principale per fare delle foto..devo semplicemente contattare l'ASL di Pistoia oppure ci sono anche altri mezzi?

    Grazie mille

    RispondiElimina
  7. Per esperienza vi consiglio di non entrare so che la curiosità vi sprizza da ogni pori ma se davvero in queste ville si celasse un'entità entrare nella sua dimora/territorio potrebbe darli fastidio comunque il mio era solo un consiglio se volete entrare fatte molta attenzione da loro ci si aspetta di tutto e credetemi la licenza sarà l'ultimo dei vostri problemi
    P.S ex ghost hunter

    RispondiElimina
  8. mio fratello accompagnato dagli amici,entró alla villa,quello che vi racconteró adesso sarà qualcosa di anormale, una sera mio fratello con suoi amici entró dentro alla villa,sapete cosi x divertimento, aappena entrati salirono le scale x andare sopra al tetto,salendo le scale loro sentirono suoini di pianopiano ke proveniva da sopra, dalla paura scapparono via, ma si fermarono alla porta, sentite adesso, si fermarono perche uno di loro vide qualcosa davanti a se, sentirono un rumore che veniva alla loro sinistra, si volsero e trovarono una testa di cervo che sanguinava io consiglio vivamente di non andarci,ma a chi non ha paura di spiriti o cose paranormali,quello é il posto giusto!!

    RispondiElimina
  9. mio fratello accompagnato dagli amici,entró alla villa,quello che vi racconteró adesso sarà qualcosa di anormale, una sera mio fratello con suoi amici entró dentro alla villa,sapete cosi x divertimento, aappena entrati salirono le scale x andare sopra al tetto,salendo le scale loro sentirono suoini di pianopiano ke proveniva da sopra, dalla paura scapparono via, ma si fermarono alla porta, sentite adesso, si fermarono perche uno di loro vide qualcosa davanti a se, sentirono un rumore che veniva alla loro sinistra, si volsero e trovarono una testa di cervo che sanguinava io consiglio vivamente di non andarci,ma a chi non ha paura di spiriti o cose paranormali,quello é il posto giusto!!

    RispondiElimina
  10. Tempo fa ci ero andato là, da solo senza nessuno, è stato traumatico perchè la notte non riuscivo a dormire siccome che dovevo stare lì un mese. Quindi se volete sapere di più contattatemi e fate attenzione se avete intenzione di andare lì occhio. Ecco il numero 3297190345

    RispondiElimina
  11. salve a tutti! io per entrare ho dovuto chiamare la prefettura di Pistoia, sono stato accompagnato dai Ros all'interno della struttura accompagnato da architetti e ghost hunter. Ad ogni modo se entrato senza vi vedono va tutto bene ahahah

    RispondiElimina
  12. È facile entrare...io da ragazzino lo visitavo spesso...a parte che è una villa esterna,sempre nel complesso del manicomio,ma è una zona fantasma,certo se ti beccano non ti fanno nulla perché di sicuro manco ti vedono entrare...all interno la cosa più inquietante sono i disegni alle pareti infantili ma sinistri,ne sono ricoperte...di notte ho visitato solo l esterno e fin li tranquillo.il problema è il giorno che ti spunta fuori qualche paziente malato di mente ospite delle poche strutture superstiti.quindi magari in quel luogo inquietante ti spunta fuori un pazzo che ti strilla in faccia e ti caghi sotto...occhio a questo...interessanti sono le stanze vecchi ambulatori che vi si accede esternamente dalle stradine laterali di Germinaia ove oltre a essere distrutte dal tempo al suo interno si trovano schedari,bambole,letti con cinghie e strumenti per l elettro shock...

    RispondiElimina
  13. Ultimamente purtroppo la villa è stata riportata alla cronaca locale grazie a una storia orribile...un uomo conosciuto del luogo,si recava da vent'anni in compagnia di ragazzini adolescenti minorenni,spacciandosi per un vampiro con superpoteri che allestiva show illusionisti alle vittime per poi abusarne sessualmente...un luogo sinistro è dire poco ma sono principalmente conseguenze di uomini senza scrupoli,vedi i dottori che friggevano cervelli,o questo pedofilo attuale,a renderlo tale per mia esperienza...quelle mura marce hanno visto di tutto...

    RispondiElimina
  14. Scusate io abito a Monsummano ma per arrivare a questa villa?

    RispondiElimina
  15. Scusate io abito a Monsummano ma per arrivare a questa villa?

    RispondiElimina